Per – sistere.

Immagine Personale.

Termine composto dalla particella PER che aggiunge e conferisce l’idea di durata e SISTERE ovvero fermarsi, formato a sua volta dal raddoppiamento della radice stessa di stare: stare fermo o stare saldo.

Indica il rimanere fermo sulle proprie opinioni o risoluzioni.

Si tratta di qualcosa che resta e lo fa, in maniera più forte, intensa e viva.

Spesso ho ascoltato frasi come “conta solo quel che rimane, quello che persiste, quello che esiste”; sembriamo essere diventati tutti San Tommaso pronti a volere la prova dell’esistenza di qualcosa solo toccandola, sentendola, rendendola presenza.

Presenza vuol dire esistenza.

Persistere vuol dire esistere.

Non lo so. Nelle mie vicende personali non credo sia bastato persistere per esistere; mi è anzi capitato che proprio colui che “si è fermato, esistendo”, non necessariamente fosse statico lì ad esserci in presenza.

Perchè allora per esistere qualcosa deve persistere restano ferma?

Il timore che qualcosa si muova, muti e prenda corpo senza la nostra impronta e senza la nostra esistenza spaventa.

Qualcosa che da sola prende vita con la possibilità di scomparire, spaventa.

Se l’Altro esiste ma non persiste, per me, io sono solo.

Tuttavia anche l’Altro ha bisogno di esistere indipendentemente dalla nostra stessa esistenza e talvolta è necessario comprendere che anche quando qualcosa non rimane -fisicamente con noi- può esistere indipendentemente da noi e non per questo, esserci lontana.

“Finisce bene quel che comincia male”.
Dott.ssa Giusy Di Maio.

31 pensieri su “Per – sistere.

    1. Giusy Autore articolo

      Se non tocchi prima la mia mente, i miei pensieri non toccherai mai il mio corpo. Se entri nel mio spazio psichico, nei sogni, nei desideri non uscirai mai dal mio cuore. La sola presenza fisica rimanda a un bisogno molto infantile di protezione. Dopo la mia mente, la carnalità sarà totale e totalizzante.
      Semplice non mi ha mai descritta, sì

      Piace a 1 persona

      Rispondi
      1. Giusy Autore articolo

        questa dei residui metabolici apre a tutto un apparato teorico francese che amo alla follia. Ci sta prendere i libri ancora e ancora, sai 🙂 momento divagazione.. che ricordi di quel corso universitario: mammamì 😀

        Piace a 1 persona

  1. Un fantasma per amico

    Credo che occorra esistere nel pensiero altrui se poi vogliamo persistere nel tempo fisicamente…. diversamente si fa ghiaccio… prima o poi si scioglie. Ovviamente mio pensiero personale 🙂

    Piace a 1 persona

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...