L’insoddisfazione.

“Tutto diventa così problematico a causa di un difetto di base: essere insoddisfatta di me stessa.”

Anna Freud

L’autostima è un processo di auto-percezione che porta la persona a valutare se stessa tramite l’approvazione del proprio valore personale. Avere stima di se significa sentirsi apprezzato dagli altri e da se stessi. L’autostima si alimenta e muta continuamente ed è una sensazione prettamente soggettiva, anche se può esser condizionata dagli altri.

Photo by Riccardo Bertolo on Pexels.com

L’insoddisfazione verso se stessi, (come descritto nella citazione di Anna Freud) può in tal senso intaccare la propria autostima e quindi essere alla base di diversi problemi.

“Finisce bene quel che comincia male”

dott. Gennaro Rinaldi

9 pensieri su “L’insoddisfazione.

  1. minghina55

    Verissimo l’autostima cambia con il passare degli anni, in gioventù si è portati ad essere ipercritici verso se stessi, più si va avanti con gli anni e più ci si comincia ad accettare, si è più indulgenti con se stessi. Magari si potesse tornare indietro con la maturità della mente nel corpo giovane, sai la felicità!

    Piace a 1 persona

    Rispondi
    1. Gennaro Autore articolo

      Proprio così Max. Molte persone hanno davvero un grosso potenziale e purtroppo a causa di queste “limitazioni” mentali si bloccano purtroppo. Ed è un vero peccato, ne ho viste tante di situazioni simili. Però spesso con l’aiuto giusto riescono, anche se con molta fatica, a riprendersi un gran pezzo della propria autostima perduta.

      "Mi piace"

      Rispondi
  2. Paquerite

    Gennaro,
    grazie
    “L’autostima si nutre e può cambiare continuamente”, quando sappiamo questo capiamo meglio la vulnerabilità di questo sentimento …
    A volte sento che sto bene con me stesso che ho un grande valore in quello che faccio, e altre volte dubito, e questa stima si indebolisce fino a diventare pelle di dolore …
    Il tuo articolo è breve ma efficace !!
    grazie Gennaro, è da meditare e da tenere a mente.
    È come l ‘”impermanenza” così ben descritta nel buddismo, tutto è impermanenza, specialmente questo tipo di sensazione fluttuante e fragile …
    Buona giornata a te
    Corinne

    Piace a 1 persona

    Rispondi
  3. Gennaro Autore articolo

    Ciao Corinne. L’autostima è fluttuante, come dici tu quando parli dell’impermanenza. Gli alti e bassi sono abbastanza normali nella vita di una persona. La forza sta nel saper esaminare il momento della vita che può indebolirti e affrontarlo, sapendo di poter contare su quell’autostima e quelle capacità reali che hai costruito durante la tua esperienza personale.

    "Mi piace"

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...