Sicurezza.

Immagine Personale.

“L’umanità ha sempre barattato un po’ di felicità per un po’ di sicurezza”

S. Freud

La sicurezza è realmente fonte di conforto, bisogno costante di certezza che tiene e contiene o – forse- è una cintura che co-stringe impedendo di fare esperienza sperimentando l’insicura felicità?

Dott.ssa Giusy Di Maio.

15 pensieri su “Sicurezza.

    1. Giusy Autore articolo

      eheheh esatto.. o almeno.. così sembra.. Tante volte uscire dalle zone sicure apre ad evenienze che poi risultano molto più entusiasmanti dei percorsi sicuri, ma monotoni. Un abbraccio, Max

      Piace a 1 persona

      Rispondi
  1. josemelo

    just dropped by to wish you a good day!

    there’s no such thing as security, indeed we keep struggling to reach it, when we think we got there, life proves us wrong. and everything restarts again, if you were lucky enough…

    your words are always a boost…

    Piace a 2 people

    Rispondi
    1. Giusy Autore articolo

      I am very impressed with your words, and also very happy to read you. I agree. security and certainty are something we have created, to manipulate everything that appears to us as undefined and uncertain.
      concepts that help us manipulate fear. thanks for reading me; I wish you a super positive day 🙂

      Piace a 1 persona

      Rispondi
  2. Giuseppe Grifeo

    Credo che ci siano due (o più forme?) di sicurezza. Immagino che il rimanere nella propria comfort zone sia una forma di sicurezza che preclude esperienze, conoscenza, evoluzione favorendo la stasi. E, a volte, non fa vedere l’errore dietro l’angolo, a cominciare dalle relazioni personali.
    La sicurezza nelle proprie possibilità, nel proprio desiderio di conoscere, scoprire, di confrontarsi e di raggiungere i propri obiettivi, permette di evolvere, andare avanti… non è garanzia di non farsi male, di non correre rischi, ma è visione verso l’avvenire. Con questo non intendo assolutamente scrivere che sia facile distinguere le due forme di sicurezza, che non ci siano momenti di compenetrazione tra le due, ma indico i due insiemi che personalmente distinguo

    Piace a 2 people

    Rispondi
    1. Giusy Autore articolo

      Ottima osservazione! sicuramene una definizione univoca del termine “sicurezza” rischia di ridurre il tutto ad un termine freddo che ben poco rende la vastità e l’eco in esso stesso incluso. In generale credo che quando pensiamo alla sicurezza, la associamo direttamente a ciò che è noto, a ciò che è casa e che ci fa sentire al sicuro..
      Per esperienza e per opinione personale credo che uscire “fuori” (da qual che sia l’accezione di sicurezza) sia sempre un vantaggio. Mettersi in gioco anche quando si è sicuri di ciò che siamo, può solo che essere stimolante. grazie mille per la tua opinione 🙂 buona serata

      Piace a 1 persona

      Rispondi
  3. enchanter

    I’ѵe been surfing online more than three hourѕ tоday, yеt I never found any intеresting article like yours.
    It is pretty wⲟrth enough for me. In my opinion, if all web owners аnd bloggers made good content
    aѕ you did, the web will Ƅe a lot more useful than ever before.

    Piace a 1 persona

    Rispondi
    1. Giusy Autore articolo

      Hi! your comment ended up in spam, sorry. I am very touched by your comment, thank you very much for appreciating my work 🙂
      together with my colleague we want to offer useful content to people; doing scientific dissemination but also bringing people closer to psychology. you are welcome. have a nice day 🙂

      "Mi piace"

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...