Come gli Altri.

Immagine Personale.

“Noi perdiamo tre quarti di noi stessi per essere come le altre persone”.

ARTHUR SCHOPENHAUER.

Quanto Altro c’è in me e quanto me c’è nell’Altro?

Dott.ssa Giusy Di Maio.

26 pensieri su “Come gli Altri.

  1. Mr Twiki

    Secondo me Arthur ha sbagliato l’entità frazionaria, noi siamo gli altri e siamo noi. Completamente, 1/1 in entrambi in casi. Statisticamente, riduttivo come direbbe Bukowski, saremmo metà. Concretamente siamo l’una e l’altra cosa in contemporanea e mostriamo l’uno o l’altro aspetto a seconda della richiesta dell’ambiente. Una sorta di principio di indeterminazione e dualismo onda particella di Schroedinger traslato alla psiche.

    Piace a 1 persona

    Rispondi
    1. Giusy Autore articolo

      la citazione della particella di Schroedinger è interessante, mi richiama al paradosso il che aprirebbe a tante altre ipotesi niente male 🙂 .. comunque..
      Il tema dell’Altro (la scrittura Altro con la maiuscola ha, in psicoanalisi una connotazione ben specifica) mi è, ovviamente, molto caro. Probabilmente l’entità frazionaria, come dici tu, è errata ma sta di fatto che senza te, io ho poche speranze di strutturarmi come individuo e tu, senza me, vivresti la stessa difficoltà. Dall’Altro veniamo e all’altro tendiamo cedendo piccole quote di noi nell’Altrui e acquistando altrettante piccole particelle. Un commento davvero interessante, sai! Grazie mille 🙂

      Piace a 3 people

      Rispondi
    1. Giusy Autore articolo

      Beh.. Posso dirti che “Io è un Altro” e che, per forza di cose, sei una moltitudine di identificazioni e sfaccettature, ma.. ognuno sa per sé ergo.. Sei quel che sei (per tua fortuna) quindi va benissimo così!

      "Mi piace"

      Rispondi
    1. Giusy Autore articolo

      I bambini che segui non hanno i filtri e le sovrastrutture degli adulti quindi ragionano di pancia e sentimento, e nonostante l’attualità e l’attuale li stia profondamente modificando.. Fino ad una certa età, resistono e persistono ancora carenze di filtri.
      Per gli adulti.. non saprei.. quanto puoi essere stronzetto? Sull’essere strani.. anche lì.. vorrei proprio vedere i termini di paragone 😁

      Piace a 2 people

      Rispondi
  2. Povertà 🌟 Ricchezza

    AHAHAH! I bambini ti vogliono bene davvero se vuoi loro bene ed è un bene autentico. Gli adulti fingono per avere un tornaconto. Esempio tipa di 25 anni: Ti amo. Ottimo, mi ama, cosa ci guadagna? Esempio 2: tipa di 45 anni Ti amo: Siamo in pareggio? Esempio 3 Tipa di 53 anni Ti amo. Cosa ci guadagno io? Essere tipi strani vuol dire che ti difendi da possibili rompi e ti fai vedere per quello che non sei 😉

    Piace a 2 people

    Rispondi
    1. Giusy Autore articolo

      Quando l’Altro ti rimanda o dice qualcosa es “sei stronzo” spesso e volentieri evacua parti che non riesce a tollerare dentro di sè.. ora.. pippone di teoria fatto.
      Che ci guadagnano le donne o tu ad esternare un sentimento? Ci guadagnano l’aver sentito, provato e magari sbagliato.. tutto qua. Ci si guadagna la vita a dire le cose giuste o sbagliate. Mai pensato che sti possibili rompi potrebbero non esser tali? Per il resto.. se tu sei capace di vederti x come sei e non senti l’esigenza che gli altri ti vedano x quel che sei.. insomma.. sei apposto e puoi andare per la tua strada, sereno.😊

      Piace a 1 persona

      Rispondi
      1. Giusy Autore articolo

        al momento, forse.. peccato che tutto quello che reprimiamo poi ritorna prepotentemente alla ribalta ad esempio con il sintomo. Direi che forse.. val la pena rischiare un pò di più e alleggerire per quanto possibile, il nostro apparato psichico.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...