Riflessioni Psy #3: Distanze.

In due giorni diversi mi sono capitate situazioni simili.

Situazione n1:

Il primo giorno -cinta nel mio fedele trench con ai piedi gli stivaletti neri- mi dirigo al negozio per comprare detersivi. Giunta alla cassa, tra distanziamenti, mascherine e guanti.. la commessa mi guarda e dice una cosa; sfortunatamente causa mascherine e musica non sento.. lei ripete e io “scusi.. ma non leggendo il labiale non avevo inteso”,

Lei mi guarda e parte un piccolo scambio di battute.

Era da un anno che una commessa non “perdeva tempo”, dedicandomi un minuto in più per parlare, per rendermi un sorriso.. Insomma.. era da un anno che non vivevo una interazione umana del genere.

La mia giornata ha preso tutt’altra piega e tra i sorrisi (immaginati, certo) ma almeno gli occhi che ridono li distingui ancora, sono uscita dal negozio non camminando, ma galleggiando nello spazio.

Situazione n2:

Al supermercato – cinta nel mio ancor più fedele giubbino di pelle con ai piedi le scarpe stile anni 40 uomo jazz- mi trovo nel reparto vini. Un signore piuttosto in là con l’età, lontano 200 km con mascherina e guanti mi dice “Signurì sapete per caso dove sta l’amaro del capo? Sta in offerta ma non lo vedo”.

Lo guardo e dico “Lì.. dove c’è il buco.. è finito, purtroppo”..

Signore “E’.. l’offerta era buona, però pure questo qua è buono”..

Silenzio..

Nella pausa erano chiari i nostri desideri e il bisogno di dover/voler parlare. Lui mi guardava come a dire “non te ne andare ancora” e analogamente io lo guardavo dicendo “fammi pure tutta la lista dei liquori ma parlami”.

Insomma.. un minuto di interazione umana ..

Un minuto di vita.

Un minuto con meno distanze.

“Finisce bene quel che comincia male”.

Dott.ssa Giusy Di Maio.

45 pensieri su “Riflessioni Psy #3: Distanze.

  1. Giuseppe Grifeo

    Devo riconoscere che cassieri e cassiere del mio supermercato sono sempre stati comunicativi e, in misura minore, gli addetti ai reparti. Del resto molti di loro mi conoscono da circa trent’anni. Sorrisi, battute e consigli ci sono sempre. Quel che è cambiato è l’atteggiamento della gente, vedo sempre spalle fuggevoli, visi poco disposti a guardare e a comunicare, formichine indaffarate a far presto nel raccattare prodotti. Certo, non è che in pre covid fosse molto meglio, forse Roma, la gigantessa ingestibile, ha reso così la gente negli ultimi dieci anni circa e forse un po’ più. Comunque la pandemia ha accelerato il processo

    Piace a 1 persona

    Rispondi
    1. Giusy Autore articolo

      mammamia Giuseppe.. da me tra ingressi controllati e altoparlante con “si prega le gentile clientela di non sostare, nelle corsie, oltre il tempo necessario al fine di..”.. la spesa era ansia allo stato puro. Le cassiere non erano scortesi ma veloci, impaurite e silenziose che nemmeno le catene di montaggio delle peggiori aziende.. Uno stress.. quindi per me è stata gioia pura e respirare dopo tanto tempo!

      Piace a 1 persona

      Rispondi
      1. Giusy Autore articolo

        se per questo.. abbiamo anche un dolce elicottero che ci gira sulla capoccia. ora è meno presente (seppur ancora attivo) ma durante i momenti tosti e per tutta l’estate non è stata bella la sensazione di vivere in stile guerra fredda.

        Piace a 1 persona

    1. Giusy Autore articolo

      e vedè il mio 😀 considerando che.. parlare con le persone (dal punto di vista lavorativo), equivale a parlare solo di guai.. fai te che bello parlare dell’amaro lucano o del capo, con un dolcissimo signore! la mente umana si nutre di poco e su certe cose non ci sono sovrastrutture che tengano..

      Piace a 1 persona

      Rispondi
      1. Giusy Autore articolo

        esatto! infatti la sicurezza è per chi “gioca in casa”.. magari tanti nemmeno sanno chi è lei (o tante altre proposte che per te sembrano scontate) 😉

        Piace a 1 persona

  2. maxilpoeta

    ma io ti dirò, qua a Genova, a parte le mascherine, se ti dovessi dire la vita sembra quella di sempre. Ai supermercati parlano, sulle panchine stanno seduti come se niente fosse, i fidanzati viaggiano mano nella mano, si baciano. Se non fosse per le mascherine sembrerebbe di essere nel 2019. Sarò io che vedo le cose da un punto di vista diverso, ma ad ogni modo qua i rapporti umani non sono mai mancati. Anzi mi continua a salutare gente che neppure conosco, ma li il discorso potrebbe essere legato al fatto che sono io che non li ricordo. Visto che anni fa conoscevo il mondo, quel mondo si ricorda ancora di me, ma io non di loro. Ad ogni modo saluti tutti, a volte insceno pure dei discorsi dei quali non conosco la prossima frase, visto che parlo senza conoscere nulla… 🤣😁😉
    Bella la tua esperienza, non so, mi ha fatto riflettere, non pensavo che li foste a quei livelli…

    Piace a 1 persona

    Rispondi
    1. Giusy Autore articolo

      Questo succede perché la televisione fa passare e credere quello che vuole. Le teste di minchia ci sono ovunque ma non sono la maggioranza… la guardia non è mai stata abbassata anche se fanno passare altri messaggi.

      Piace a 1 persona

      Rispondi
      1. maxilpoeta

        ma qua più che di televisione ti dico quello che vedo e sento in giro. Siamo in arancione, ma all’interno della città c’è un movimento come fossimo bianchi. Vedi gruppi di giovani che s’incontrano come nulla fosse. Un po’ di tempo fa sulle storie di instagram avevo postato una foto per far vedere una domenica di zona arancione dalle parti di Boccadasse, c’era così tanta gente che non si vedeva neppure la spiaggia, per camminare dovevi chiedere permesso. Poi va beh ci sarà anche chi sta in casa, ma io vedo quello che c’è in giro, di cui di solito nessuno parla..

        Piace a 1 persona

    1. Giusy Autore articolo

      Uno dei problemi invece per me, è stato proprio l’ambito lavorativo. Non scenderò in dettagli ma non è stato facile con i posti di blocco ogni 3 secondi. X il resto.. è stato bello vedere la spontaneità dei commenti .. vedere insomma cosa succede in Italia.. abituata come sono a vedere la disinformazione dei vari Giletti di turno che pur di fare spettacolo insistono sulle minchiate. Buona giornata.

      Piace a 1 persona

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...