Scacco matto

“Nella vita a differenza degli scacchi, il gioco continua, dopo lo scacco matto”.

Isaac Asimov
Photo by Felix Mittermeier on Pexels.com

Anche quando sembra che nella vita che tu sia stato abbattuto e che il gioco sia finito, c’è sempre un modo per ripartire e per rimettersi in gioco.

Nonostante tutto e nonostante tutti il gioco della vita continua..

dott. Gennaro Rinaldi

7 pensieri su “Scacco matto

  1. andream2016

    purtroppo non è sempre così … parlo per i miei amici che si sono suicidati perché la loro mente si è data da sola scacco matto, o per gli altri amici a cui è stata la malattia (il cancro, ma non solo) a dare lo scacco matto. Ecco forse si può rinascere da uno scacco normale, con impegno e forza di volontà, ma dal matto
    non ne usciamo vivi. Magari possiamo fare un’uscita dignitosa, oppure una sopra le righe, ma quasi sempre è un’uscita che trabocca di rimpianto per ciò che avrebbe potuto essere ed invece non sarà.

    Piace a 2 people

    Rispondi
    1. Gennaro Autore articolo

      Ciao Andrea, comprendo le tue parole e il tuo vissuto rispetto alle esperienze devastanti che mi hai accennato e infatti ritengo che la tua chiave di lettura della metafora dello “scacco matto” è sicuramente condivisibile. . Infatti lo scacco matto nel gioco degli scacchi sancisce la fine del gioco in assoluto. Io personalmente l’ho intesa in modo diverso. Considerando le parole di Asimov, che ho citato in apertura, credo non faccia direttamente riferimento a eventi come il cancro, che non sono (purtroppo) controllabili e gestibili da noi (“Nella vita a differenza degli scacchi, il gioco continua, dopo lo scacco matto” ). Lui differenzia a-priori il “gioco degli scacchi” dal “gioco della vita”, probabilmente perché nella vita la maggior parte degli eventi (ad eccezione di alcuni, come sottolineato da te e che condivido) che caratterizzano la nostra vita, possono essere in qualche modo condizionati dalle nostre azioni, dai nostri comportamenti, dalle nostre parole, dal modo di interagire con gli altri e l’ambiente. In questo senso, quello che in apparenza può sembrarci uno “scacco matto” può diventare, in potenza, un punto di partenza per ri-costruirsi e ri-partire. Ad esempio in alcuni casi di dipendenza da alcol molto gravi, spesso bisogna che la persona tocchi letteralmente il fondo (rischiando la vita ad esempio) per riapprezzare la vita e cominciare un percorso di riabilitazione e ricostruzione personale.

      Piace a 2 people

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...