L’amore è cieco?

L’amore è cieco. Pare proprio di si, o almeno in alcuni casi.

Alcuni psicologi ricercatori dell’Università del Texas hanno chiesto a 167 coppie di fidanzati quanto tempo era passato della prima volta che si erano incontrati al primo appuntamento. In base alle risposte avute da queste coppie, i ricercatori hanno scoperto che i partner che si conoscevano da tempo, esprimevano giudizi molto personali sull’aspetto fisico del proprio partner.

Photo by Marcus Aurelius on Pexels.com

Sembra, pertanto, (secondo questa ricerca) che quando il primo appuntamento e il primo bacio sono preceduti da una conoscenza graduale, l’avvenenza dell’altro sarà giudicata in maniera diversa e sicuramente differente dai parametri estetici comuni.

Nei casi in cui le coppie si sono formate dopo un periodo precedente di conoscenza ( amicizia, conoscenza, colleganza) l’opinione che ci si fa dell’altro, in base ai tanti parametri avuti a disposizione nel periodo precedente, condizionerà anche la valutazione dell’aspetto fisico. L’altro quindi risulterà più attraente di quanto possano giudicarlo altre persone.

Voi siete mai stati influenzati nel giudizio sull’aspetto fisico e l’avvenenza del vostro partner dall’opinione che vi siete fatti di lui/lei?

“Finisce bene quel che comincia male”

dott. Gennaro Rinaldi

15 pensieri su “L’amore è cieco?

  1. maxilpoeta

    io diciamo che sono sempre partito d’istinto, a me piaceva tutto di una tipa appena la vedevo, però devo dire che ci sono persone che ti attirano molto più di altre sebbene magari la loro avvenenza fisica non sia quella di altre. Mi è capitato soprattutto negli ultimi anni, ad esempio c’è una mia collega che è quasi mia coetanea, che mi attira tantissimo. Se dovessi vedere solo l’aspetto estetico non saprei, ma conoscendola ormai da oltre 10 anni, si è instaurata quella simpatia che te la fa sembrare unica! Non so se mi sono spiegato bene. E’ sempre la prima ad essermi vicino in molte situazioni, mi segue su instagram da sempre. C’è solo il problema che è sposata da moltissimi anni, per questo non ho mai osato più di tanto, anche se ultimamente mi ha detto che qualche escursione con me la farebbe volentieri….

    Piace a 1 persona

    Rispondi
    1. Gennaro Autore articolo

      Quindi confermi in parte quanto riportato nella ricerca, perché le tue scelte del cuore superano i confini dei parametri generali della bellezza, ma nel contempo sei molto “sincera” quando devi giudicare obiettivamente la bellezza o la bruttezza del tuo partner.

      Piace a 1 persona

      Rispondi
  2. andream2016

    Boh, sicuramente se ci piace una persona (ci piace complessivamente) la vediamo più bella di come gli altri la percepiscono. In fondo noi stessi ci vediamo diversi da come ci vedono gli altri. La percezione sia di se stessi che degli altri è sempre soggettiva, l’oggettività non esiste, anche se noi ci illudiamo del contrario.

    Piace a 1 persona

    Rispondi
    1. Gennaro Autore articolo

      Ciao Andrea. Si sono d’accordo con te sulla natura della percezione di una persona, è vero, resta ed è sempre soggettiva. E pure se ci volessimo obbligare a restare oggettivi, non potrebbe mai essere oggettiva l’opinione che ci facciamo di qualcun altro. Ci ho fatto anche un paio di post qualche tempo fa su quest’argomento. Nell’indagine che ho riportato credo facessero riferimento, (per definire i belli e i brutti), a criteri generali, socialmente accettati dalla maggioranza delle persone e legati probabilmente alla cultura occidentale.

      Piace a 1 persona

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...