Rapporto sessuale, orgasmo e pipì.

Photo by Olya Kobruseva on Pexels.com

Durante le terapie di coppia, accade spesso che i due partner giungano a raccontare del momento in cui -in seguito all’orgasmo- la coppia “si divide” portando al seguente scenario: lei vuole le coccole e lui corre in bagno nella speranza di fare la pipì.

La corsa disperata del maschio – verso il WC- termina però (certo spesso che non vuol dire sempre.. ) con una lunga attesa.

Cosa c’è di scientifico in questo comportamento?

Quando si ha un orgasmo, il cervello rilascia una grande quantità di ossitocina (in misura maggiore in quello femminile) e di vasopressina (di più in quello maschile). Questi neurormoni aumentano il livello di dopamina (sostanza chimica del piacere) e hanno il compito di legare maggiormente la coppia, favorendo il reciproco attaccamento.

E’ in particolare la vasopressina, a stimolare nell’uomo una maggior energia, attenzione e concentrazione nei confronti della partner; si tratta in sostanza della spiegazione – per così dire- chimica del “pensiero fisso” che distingue una coppia di innamorati.

La vasopressina ha però anche un “effetto collaterale”; è infatti un ormone antidiuretico che porta a rallentare l’espulsione della pipì.

Dalla base fisiologica si giunge a quella psicologica.

Rendere più lenta l’espulsione della pipì (che a livello psicologico si presenta, invece, come un bisogno impellente), ha lo scopo di allungare il momento delle coccole e della tenerezza post orgasmo.

Sfiorarsi, coccolarsi, ridere e addormentarsi dopo aver fatto l’amore, ha lo scopo di cementificare e rinsaldare la coppia.

Ed anche qui… c’è lo zampino della chimica!

“Finisce bene quel che comincia male”.

Dott.ssa Giusy Di Maio.

17 pensieri su “Rapporto sessuale, orgasmo e pipì.

      1. Giusy Autore articolo

        Ah figurati André..nella sfera della quotidianità il “selvaggio”, ad ampio raggio, è di casa.. Quasi nessuno capisce e pazienza 😁 su quello non bado, di certo. Comunque se trovo qualche studio allettante pubblico di sicuro!

        Piace a 1 persona

    1. Giusy Autore articolo

      😂😂😂😂😂😂😂😂😂 “a meditare” è bellissimo 😂 Eterna discussione/scissione che vuole le donne accoccolarsi e gli uomini correre via 😂 Che poi.. nemmeno è necessariamente vero..
      Insomma.. buona settimana Albert🍻

      Piace a 1 persona

      Rispondi
      1. Giusy Autore articolo

        😁 c’è però un piccolo discorso (che diventa immenso).. la sessualità è completamente specifica e tipica della coppia, in quel momento. Ecco perché non può essere un discorso che si risolve in due parole; però.. la ricerca era legata solo a quel passaggio dopo l’orgasmo… portare ricerche “leggere” visto il caldo. Ciao Maè 😊

        Piace a 1 persona

  1. maxilpoeta

    ma lo sai che non avevo mai fatto caso a questa cosa! Ora non ricordo bene come andavano a finire i nostri rapporti, ormai sono passati moltissimi anni, però il dopo era un momento di solito piacevole, colmo di attenzioni, che solitamente terminavano per qualche sua battuta che te li faceva cadere e rimbalzare più volte! 😁🤣🤣🤣

    Piace a 1 persona

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...