“L’illusione Perfetta”.

“Dottoressa non ce la faccio più: mi manca, mi manca, mi manca. Non mi interessa che ci sia quell’altra là di mezzo.. tanto.. Tanto come sta con me non sta con quella… Lui non la ama.. Lui vuole me; siamo anime affini.. Lo so, lo sento e lo sa anche lui.

Ci siamo conosciuti e ci siamo presi, voluti. Lui viene quando vuole, è vero.. Mi spia sui social, si nasconde.. Non ha il coraggio di fare una scelta ma quando c’è.. siamo solo noi due. Non ho mai provato una cosa del genere.. Mi confonde.. Mi accende.. Sa prendermi..”.

Dopo il colloquio avevo bisogno di prendere aria.

Esco in strada: dal buio dello studio percepisco tutta la luce accecante che come prima reazione mi fa lacrimare gli occhi chiari. Sorrido. Percepisco il calore del sole su tutto il corpo.. Mi giunge ogni singolo raggio sulla gola, sulle spalle, sulle scapole, sulla schiena e nel petto.

Sento lo stesso calore di un abbraccio.

Cammino e rifletto, senza sapere bene il centro dei miei pensieri quale sia.

Ancora non mi sono abituata alla mascherina e al fatto che il mio campo visivo sia ridotto perché la percepisco sul volto, ma cammino e rifletto.. sempre… senza sapere intorno a cosa…

Arriva nell’aria l’aroma del caffè.. è forte ma dolce e deciso..

La tostatura di ogni singolo chicco sa di esperienze di vita.. sa di pelle abbronzata, di mare; il chicco di caffè sa di legno..

Il caffè è un piacere lento perché quando tocca la punta della lingua ogni papilla si attiva lentamente sempre più ad ogni singolo passaggio del liquido e man mano che tiri giù.. e se ti bruci.. poco male.. vorrà dire che per il resto della giornata ti ricorderai del caffè che hai bevuto in precedenza..

Faccio la mia ordinazione e sento le prime note di una canzone..

Vado in trance e mentre ascolto il pezzo ripenso alla ragazza di prima, alla sua storia.. al suo essere un po’ come Penelope in attesa.. e ugualmente a lei ogni sera.. continua a dormire in un letto che resta vuoto.. ombra di uno spettro di uomo che in realtà resta accanto alla donna ufficiale perché gli fa più comodo.

Penso alle illusioni al coraggio che manca quando l’amore si fa strada senza chiedere il permesso.

Poi mi dico: ma quello mica è amore!

“Dottorè… Dottoressaa!”

“Uhù.. scusami Antonio, stavo pensando e stavo ascoltando il pezzo. Grazie”.

“Dottorè Amaro, eh!”

“Sempre Antò.. Così quando arriverà il dolce saprò riconoscerlo per davvero e non mi accontenterò di una illusione perfetta!”.

“Finisce bene quel che comincia male”.

Dott.ssa Giusy Di Maio.

11 pensieri su ““L’illusione Perfetta”.

    1. Giusy Autore articolo

      Possiamo ipotizzare che una persona che sia nel pieno di una rivoluzione interiore, capisca da sé che quel tipo di relazione è solo disfunzionale e per niente connotata da sentimento amoroso.. Il problema però è che attualmente molte donne e uomini preferiscono rinchiudersi all’interno di dinamiche disfunzionali che paradossalmente, li fa sentire più protetti perchè invece che agire da membri attivi di una diade/coppia che sente, percepisce ama e cresce insieme, possono dare sfogo al disagio lamentandosi di continuo..
      C’è ancora molta strada da fare, circa la sfera dei sentimenti..

      Piace a 1 persona

      Rispondi
  1. maxilpoeta

    che bella questa narrazione, una carezza di vita in punta di piedi fra i suoni e i sapori della tua città nel caldo soffocante dell’estate. Riguardo alle illusioni, è vero, spesso ci illudiamo di qualcosa, quando siamo consapevoli del fatto che nulla cambierà per molti motivi, vedi distanze, famiglie già fatte, etc, etc. Ma illuderci spesso serve a scrivere nuovi capitoli alla nostra esistenza..
    Un caro abbraccio 🤗😉😊👍

    Piace a 1 persona

    Rispondi
    1. Giusy Autore articolo

      Grazie Max..
      Le illusioni fanno un po’ parte della vita dell’umano ma ci sono persone che quasi per sport, decidono di aderire ad una vita di facciata, illusoria, difficile, per mancanza di coraggio.. per paura di rispondere a delle domande che si fanno lentamente strada dentro ..
      Un abbraccio a te!

      Piace a 1 persona

      Rispondi
    1. Giusy Autore articolo

      Buongiorno viaggiatore.. “fare la cosa giusta”… la questione si fa complessa perchè bisogna capire l’iniziale paletto di “giusto” chi o cosa lo mette…
      L’amore.. spesso ci scherzo creando il quasi ossimoro “è la cosa più stupida quindi la più complessa”.
      Buona giornata a te🌻

      Piace a 1 persona

      Rispondi
      1. viaggiatoreinviaggio

        Il paletto di giusto o sbagliato è una bella questione. E sull’amore questo paletto è ancora più complesso… Ma sai che ti dico. Continuerò a viverlo con il solito istinto anche a costo di farmi male. Ma vale la pena di essere vissuto!!!!
        Buona Giornata Doc!

        PS si! sono da ricovero…

        Piace a 1 persona

      2. Giusy Autore articolo

        Eehhh.. ce ne vuole per essere da ricovero 😂 tranquillo!
        E fai bene.. la ricerca dei buoni sentimenti, del sentimento puro vivo e immediato è cosa rara.. e te lo dico per esperienza clinica oltre che di vita personale..
        Spesso ci si ritrova in vicoli ciechi senza sbocco perché si è deciso di percorrere una strada a senso unico.. e i conti col proprio sentire sono solo che personali..
        “Buona vita”, allora!

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...