Il possesso.

C’è una parolina fatta di 8 lettere; 8 letterine che evocano un concetto che spesso mi perplime: possesso.

Senza scomodare troppo i tecnicismi – possesso – indica un potere di fatto su una cosa (che si manifesta in un’attività corrispondente a quella esercitata dai titolari di diritti reali sulla cosa stessa); tale attività non è sempre corrispondente all’esercizio di proprietà.

Si può avere possesso direttamente oppure tramite altra persona, che detiene la cosa stessa.

Da dove nasce la questione…

“Io posseggo questo; Ti posseggo; possiedo ciò”, sono tutte frasi o termini che sento con sempre più frequenza. L’idea di possedere, di prendere quasi senza chiedere il permesso, l’altro o una cosa, il sottolineare con aggressività l’atto di possedere pur senza avere i diritti della cosa stessa ma “come se” quei diritti fossero nostri, mi inquieta.

Possiedo, specie in ambito relazionale, divide e lacera.

Questo è mio, questo è tuo: questo è il mio possesso questo il tuo possesso.

Le relazioni in cui ciascuno rivendica il proprio possesso di una cosa o di una certa questione, mi fanno rabbrividire. Amo molto la pittura e i pennelli perché un insieme di setole compatte concorre nello stesso atto, l’atto fatto dall’imprimere una certa forza al pennello stesso, per generare un segno grafico.

Prova a fare un cerchio con un pennello… Poi mi dirai.

Possedere mi sa di abitare senza essere stati invitati; rimanda a qualcosa che insiste legando fino a soffocare.

“Io ti possiedo” quasi come tu stessi rinunciando alla tua essenza, quasi come io ti stia abitando senza che tu possa opporre resistenza o ne possa avere opinione.

Al possesso ho sempre preferito l’infinito.

“Finisce bene quel che comincia male”.

Dott.ssa Giusy Di Maio.

24 pensieri su “Il possesso.

  1. Anthony'M

    Se posséder, soumettre à une force …Un bien bel article Giusy !
    “Quand on a commencé à posséder l’autre, on est toujours persuadé d’être possédé soi-même, s’il n’y a preuve du contraire” !
    Buena serata

    "Mi piace"

    Rispondi
  2. maxilpoeta

    questa cosa del possesso legata all’ambito dei rapporti umani è veramente deplorevole. Nessuno deve poter solo pensare di possedere qualcuno/a, ogni essere vivente è libero della propria vita, chi decide di stare accanto ad una persona deve rispettarne ogni limite. Io nei rapporti che ho avuto, molto pochi in verità, ho sempre tenuto il massimo rispetto per l’altra, non ho mai pensato che la tipa in questione fosse mia, ho sempre pensato di essere felice perché in quel momento stava accanto a me, nulla di più. Peccato che non tutti la pensino così…🙄

    Piace a 1 persona

    Rispondi
  3. Tanishq Abhi Gupta

    Pensiero molto profondo sul “possesso”.
    Credo che chi possiede abbia bisogno di vedere il riflesso del proprio.
    Cercare di possedere qualcosa con forza mostra una mancanza di pace.
    Ognuno possiede qualcosa ma, dipende se sono buoni pensieri o le insicurezze di qualcuno.

    Piace a 1 persona

    Rispondi
    1. Giusy Autore articolo

      Grazie mille per il tuo pensiero. Avere l’idea di possedere qualcosa o qualcuno è un atto piuttosto sciocco.. nessuno è fino alla fine proprietario di qualcosa. Avere cura del proprio mondo interno è più importante 😊
      Buona giornata

      Piace a 1 persona

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...