Dipingere e forare il proprio Sè.

Il fascino della pelle (psichica).
Buona Lettura.

ilpensierononlineare

Fonte Immagine “Google”.

“Sto meglio col piercing qua.. o qua.. ” Disse – riferendosi all’amica- la ragazza, mentre indicava il labbro superiore e il mento..

“Vabbè allora mo che vado a casa me lo faccio qua”.. Chiosò indicando il labbro inferiore.

Queste due frasi echeggiavano nel corridoio dell’ASL mentre due ragazzine attendevano il proprio turno.

La pelle è l’organo più vasto del nostro corpo e in un certo senso, quello che ci appartiene di più; è quello visibile; il mezzo che contiene (e protegge) l’interno dall’esterno: filtro omeostatico tra il me e il non me.

Questa terra di confine può essere sperimentata come un luogo di incontro con l’altro o di converso come un guscio protettivo che tiene e contiene.

Spesso accade che coloro che decidono di ricorrere a modificazioni corporee estreme, sentano il bisogno di identificarsi come diversi da; potrebbe essere il bisogno di sentirsi autentici verso se stessi…

View original post 317 altre parole

21 pensieri su “Dipingere e forare il proprio Sè.

  1. maxilpoeta

    io personalmente non ho mai fatto nessun tatuaggio sul corpo, ne ho mai messo nessun tipo di orecchino o simili, ma non ho nulla in contrario, sono di idee molto aperte, ho conosciuto moltissime ragazze con piercing e simili, tatuate all’inverosimile, alcune stanno davvero bene, anche quelle esagerate che hanno così tanti dipinti addosso, che quando le vedi passare esclami ” Mi è parso di vedere passare un quadro” 🤣😁

    Piace a 1 persona

    Rispondi
    1. Giusy Autore articolo

      A me piacciono tantissimo.. non a caso l’ambito modificazioni corporee è stato da sempre il mio punto fermo e qualcosa in cui mi specializzerò. Non ho però tatuaggi perché,come dicevo, non riesco a sostenere l’idea del per sempre ma ideicamente potrei avere tutte le braccia e la schiena ricoperte 😁 per non parlare dei piercing!

      "Mi piace"

      Rispondi
      1. Povertà 🌟 Ricchezza

        Una volta volevo farne uno dopo avere visto un’immagine esoterica su un romanzo fantasy che mi era piaciuto di brutto (oggi non mi ricordo neanche il titolo ahahah) ma a metà strada avevo cambiato idea. Non mi piacciono le cose che rimangono per sempre. Le immagini come le idee cambiano con la vita e cose/immagini legate ad uno specifico tempo di vita non mi interessa.
        Tutto passa l’acqua scorre e il cuore dimentica 🙂

        Piace a 1 persona

      2. Giusy Autore articolo

        Il tatuaggio diventa un sentimento passeggero che resta su di te, in eterno.. Personalmente ho sempre pensato di voler avere la libertà di poter modificare anche i miei punti fermi. Ho idea di qualcosa.. nella mia vita ci sono punti fermi.. ma non li legherei mai al corpo in maniera eterna. Il senso di tenere per sempre qualcosa.. mi ha sempre inquietato ☺️

        "Mi piace"

      3. Giusy Autore articolo

        (Però che il cuore dimentichi è tutto un dire.. è la mente che lega il cuore, poverino, c’entra sempre poco.. Quelle sono storie che ci raccontiamo noi per andate avanti. Hai sicuramente anche tu almeno un punto fermo.. Garantito🙂 altrimenti non eri qui).

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...