Quel nodo alla gola (di un popolo intero).

Credo di averlo già detto ma -siccome- nei circuiti online le cose tendono alla dispersione (con tanto di indici alla mano), sono pronta a correre il rischio della ripetizione.

Gli U2 mi sono cari, per diversi motivi.

Questa canzone qui, a parer mio, resta una delle più belle di sempre.

E’ vera.

E’ vissuta.

E’ vita.

E’ talmente coinvolgente (per me) da fare difficoltà -spesso- a sentirla perché letteralmente: mi sento male.

Tra le tante cose che mi mancano, una cosa mi fu data in dono alla nascita in quel perfetto giorno del mese che congiunge la stagione dei profumi a quella della spensieratezza: il sentire emotivo.

Allora…

Con un nodo incredibile alla gola (sì.. sempre, ogni volta. Non mi abituerà mai), finisco di ascoltare il pezzo (di vita), di un popolo.

E mentre mi emoziono..

… fa pure ‘nu cazz ‘e fridd

“Finisce bene quel che comincia male”.

Dott.ssa Giusy Di Maio.