Il razzista alias l’idiota.

Di pancia, di getto.

I tifosi del Verona, notoriamente gente simpatica e allegramente dedita ad una certa destra, si preparano al match contro il Napoli mettendo il seguente striscione

Fonte web: COORDINATE DI NAPOLI; I TIFOSI INDICANO DOVE GETTARE LE BOMBE ALLA RUSSIA E UCRAINA.

Non è una questione di tifo sportivo; Verona è la città dove ci hanno sputato addosso o hanno tamponato le nostre auto quando c’era la targa che indicava NA (Napoli).

Certo… pur se fosse una questione (schifosa) legata al solo tifo sportivo, mi farebbe ugualmente rigettar di stomaco quello striscione.

Per intenderci questa tifoseria in passato ha esposto le seguenti cose:
“La violenza verbale non è una novità nella storia della tifoseria veronese, basta ricordare che nel 1996 durante un derby contro il Chievo Verona fu esposto un fantoccio nero con il cappio intorno al collo. Lo fecero dondolare, e intanto battevano le mani al ritmo di una marcia militare. Sotto al fantoccio apparve uno striscione. Era in dialetto veneto e diceva: «El negro i ve là regalà. Dasighe el stadio da netar!». «Il nero ve lo hanno regalato, dategli lo stadio da pulire». Ne apparve un altro, in inglese, per rendere ancora più chiaro il messaggio: «Negro go away». Dietro al fantoccio e alle spalle degli striscioni c’erano ragazzi incappucciati in bianco, in stile Ku Klux Klan. Il destinatario della violenza verbale era Maickel Ferrier, difensore che il Verona stava prendendo dal Volendam ma poi, dopo questa macabra vicenda, la trattativa saltò. ” DaConosciamo lo scempio dei cori di stampo razzista sul Vesuvio e sui napoletani mentre entrò nella storia l’ironia napoletana degli anni ’80 con la frase “Giulietta è una z…” che campeggiò in Curva B in una sfida tra le due squadre. A maggio, alla vigilia del pareggio del Verona al Maradona che è costato la qualificazione alla Champions League, dalle parti del Bentegodi apparve la frase “Napoli luame” che in dialetto veneto significa “Napoli letame”. Da: https://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/cronaca/22_marzo_13/striscione-ultra-verona-coordinate-napoli-missili-russia-ucraina-61783360-a2b1-11ec-a4bc-5844d4b6d9b1.shtml

Detto ciò… mi piacerebbe sapere l’opinione di quel tale… Cesare Lombroso che tanto ci tenne, all’epoca, a dimostrare l’inferiorità degli abitanti del sud.

Qualche mese fa una blogger, e molti dei commenti sotto un suo post, disse “Esistono due italie”.

Vero.

Per fortuna io sono nata nell’altra Italia.

Stàtte buòn.

Dott.ssa Giusy Di Maio.