Archivi tag: distanze

Riflessioni Psy #3: Distanze.

In due giorni diversi mi sono capitate situazioni simili.

Situazione n1:

Il primo giorno -cinta nel mio fedele trench con ai piedi gli stivaletti neri- mi dirigo al negozio per comprare detersivi. Giunta alla cassa, tra distanziamenti, mascherine e guanti.. la commessa mi guarda e dice una cosa; sfortunatamente causa mascherine e musica non sento.. lei ripete e io “scusi.. ma non leggendo il labiale non avevo inteso”,

Lei mi guarda e parte un piccolo scambio di battute.

Era da un anno che una commessa non “perdeva tempo”, dedicandomi un minuto in più per parlare, per rendermi un sorriso.. Insomma.. era da un anno che non vivevo una interazione umana del genere.

La mia giornata ha preso tutt’altra piega e tra i sorrisi (immaginati, certo) ma almeno gli occhi che ridono li distingui ancora, sono uscita dal negozio non camminando, ma galleggiando nello spazio.

Situazione n2:

Al supermercato – cinta nel mio ancor più fedele giubbino di pelle con ai piedi le scarpe stile anni 40 uomo jazz- mi trovo nel reparto vini. Un signore piuttosto in là con l’età, lontano 200 km con mascherina e guanti mi dice “Signurì sapete per caso dove sta l’amaro del capo? Sta in offerta ma non lo vedo”.

Lo guardo e dico “Lì.. dove c’è il buco.. è finito, purtroppo”..

Signore “E’.. l’offerta era buona, però pure questo qua è buono”..

Silenzio..

Nella pausa erano chiari i nostri desideri e il bisogno di dover/voler parlare. Lui mi guardava come a dire “non te ne andare ancora” e analogamente io lo guardavo dicendo “fammi pure tutta la lista dei liquori ma parlami”.

Insomma.. un minuto di interazione umana ..

Un minuto di vita.

Un minuto con meno distanze.

“Finisce bene quel che comincia male”.

Dott.ssa Giusy Di Maio.