Archivi tag: fartons

People are Strange.

L’utente è appena andata via, tocca prendere la cartella clinica e scrivere il resoconto; inserire nel registro cartaceo le attività svolte e inserire la cartella nel faldone (mi raccomando mai a invertire i posti.. sono tutti in ordine di serie, anno e mese).

Dopo passa al registro informatico .. password da cambiare ogni mese.. numeri.. caratteri alfanumerici bizzarri..

Nel frattempo respira e assestati di nuovo per il prossimo colloquio ma..

Prima cosa: Cafè bello strong e amaro ergo.. chiama il bar nella speranza che arrivi in breve tempo senza che decida di andare a prendere i chicchi di caffè in Brasile e si presenti il giorno dopo..

Se tutto va bene.. Posso bere il caffè nel mentre col telefono (dal momento in cui alcuni siti sono bloccati.. non sia mai che i dipendenti si distraggano mentre lavorano), metti un pezzone e te lo canti e te lo balli.. Ora.. per fortuna c’è la mascherina che attutisce e la porta chiusa che non fa vedere i tuoi bizzarri balletti e la leggiadria con cui ti muovi per mettere al loro posto tutte le cartelle.. i pastelli.. i disegni dei bambini.. le marionette…

Immagine Personale.

E mentre ti stai dissociando sentendo lì, sulla punta della lingua il sapore fresco della chufa accompagnata dal morbido fartons nella convinzione di essere a Playa el Miracle.. e accenni passi di twerking che manco La Lamborghini.. toc..toc.. A signora che va di fretta ti desta e ti ricorda che sei lì.. in un freddo, piccolo e piuttosto umido ufficio a sentire ste people parlare.

Quello però che non sanno è che dentro di te vive un salutare enclave che procede per pensieri tutti suoi; un enclave dove è sempre estate e dove tu sei distesa su una spiaggia a bere cocktail e a cantare le canzoni più bizzarre. Un enclave dove i pensieri e gli abiti sono leggeri, dove il tempo è fluido e la luce è azzurra azzurra..

“People are strange” tieni proprio ragione mio caro Jim..

“Finisce bene quel che comincia male”.

Dott.ssa Giusy Di Maio.