Archivi tag: pensieri e parole

Il potere delle contradizioni..

Il 21 Gennaio 1950 morì Orwell. Ecco un’estratto dal suo libro “1984” molto significativo.

immagine google

“Sapere e non sapere. Essere cosciente della suprema verità nel mentre che si dicono ben architettate menzogne, condividere contemporaneamente due opinioni che si annullano a vicenda, sapere che esse sono contraddittorie e credere in entrambe. Usare la logica contro la logica, ripudiare la morale nel mentre che la si adotta, credere che la democrazia è impossibile e che il Partito è il custode della democrazia. Dimenticare tutto quel che era necessario dimenticare, e quindi richiamarlo alla memoria nel momento in cui sarebbe stato necessario, e quindi, con prontezza, dimenticarlo da capo: e soprattutto applicare lo stesso processo al processo stesso.

Questa era l’ultima raffinatezza: assumere coscientemente l’incoscienza, e quindi, da capo, divenire inconscio dell’azione ipnotica or ora compiuta…”

George Orwell – 1984

Quanto le contraddizioni e i doppi messaggi possono condizionare le persone?

Il potere delle contraddizioni..

dott. Gennaro Rinaldi

Seguici anche su Twitter!!! https://twitter.com/Ilpensierononl1

Per chi volesse leggere il libro : 1984 (George Orwell) ; 1984 (George Orwell) vers. Spagnola ; 1984 (George Orwell) vers. Inglese

Lontano dalla folla..

“Colui che segue la folla non andrà mai più lontano della folla. Colui che va da solo sarà più probabile che si troverà in luoghi dove nessuno è mai arrivato.”

Albert Einstein
Immagine personale – Giardini La Mortella – Ischia

Gli itinerari già percorsi, sono quelli più sicuri, quelli più battuti dal calpestio degli scarponi della gente, quelli già visti, esempi conformistici di scenari preconfezionati.

La curiosità della scoperta, lascia aperta la nostra mente a nuove possibilità, non conformistiche. Spingiamoci più in la, dove la folla non arriva..

dott. Gennaro Rinaldi

Etichettare.

Photo by Karolina Grabowska on Pexels.com

“Ogni volta si tenta di etichettare qualcuno, la persona scompare e si ha a che fare con le proprie fantasie”.

C. A. Whitaker.

Dott. Gennaro Rinaldi.

Bis – pensieri..

“Al futuro o al passato, a un tempo in cui il pensiero è libero, quando gli uomini sono differenti l’uno dall’altro e non vivono soli…. A un tempo in cui esiste la verità e quel che è fatto non può essere disfatto.

Dall’età del livellamento, dall’età della solitudine, dall’età del Grande Fratello, dall’età del bispensiero… tanti saluti!”

George Orwell – 1984
Photo by Elina Krima on Pexels.com

“Finisce bene quel che comincia male”

dott. Gennaro Rinaldi

Ridere.

Quella risata..

Quella di cui senti ogni singolo soffio d’aria entrare nel corpo e girare in maniera vorticosa, nel suo interno.

Aria che senza tregua bacia i denti per farsi spazio tra le fessure..

Piccoli soffi caldo umidi di vento della Siria che accarezzano piano piano i solchi naso labiali; minuscole nuvolette d’aria che una volta entrate nelle guance, si perdono nell’acqua del loro interno e scosse, imbibite dal loro succo, ne restituiscono il piacere del riso.

Credersi, raccontarsi, regalare piccole quote di sè condensate in quelle anime ridenti.

Fu brio, profumo di primi fiori primaverili, primo vento caldo d’estate.

Passione e desiderio della speranza.

Clessidra del bisogno conteggiata granello per granello.. trasportato poi via, col vento.. quello che si accumula e va spazzato per essere eliminato.

Il sorriso, la risata piena.

Essenza d’anima ceduta in luogo della parola, delle sensazioni.

Se non parli ridi.

Se non ridi sei in silenzio.

Se sei in silenzio qualcosa ti turba.

Resta, anima ridente.

“Finisce bene quel che comincia male”.

Dott.ssa Giusy Di Maio.

Errore.

Immagine Personale.

“Chi evita l’errore elude la vita”.

Carl Gustav Jung

La vita non sempre è gentile o forse.. siamo noi a non essere sempre gentili con la vita stessa.

“Finisce bene quel che comincia male”.

Dott.ssa Giusy Di Maio.

Desideri

Tutti abbiamo dei desideri.. e con la fine di questo brutto anno e l’inizio del nuovo, i desideri diventeranno tanti. Desiderare non costa nulla e fa bene alla mente.

Facciamo di tutto, lottiamo fino in fondo per far avverare i nostri desideri.

“Tutti abbiamo dei desideri che preferiremmo non svelare ad altre persone e desideri che non ammettiamo nemmeno difronte a noi stessi”

Sigmund Freud
Giardini Reali – Reggia Vanvitelliana di Caserta – (immagine personale)

“Finisce bene quel che comincia male”

dott. Gennaro Rinaldi

Notturna Inquietudine

Immagine Personale.

Lacrima

Amara dolcezza

d’insaziabile bellezza

Istante

Attimo

Vena pulsante

Collo desiderante

Pelle, effimero contatto

Livido ricordo: non basta

Tarlo

Dubbio incessante

Follia nauseante

Spora feconda di sentimento

Notte di tormento

Amore

Luce

Derisione

Notturna inquietudine di

Passione.

Dott.ssa Giusy Di Maio