Archivi tag: Pensieri Sparsi

Chi sale?

“Non dubitare mai che un piccolo gruppo di cittadini coscienziosi ed impegnati possa cambiare il mondo. In verità è l’unica cosa che è sempre accaduta.”

Margaret Mead

Ci sono momenti e situazioni dove il contributo responsabilmente pensato del singolo è decisivo ai fini dell’esito. Non esistono alibi.

Scegliere di non agire e dare il proprio contributo, non è una “non scelta”, è scegliere di non agire il proprio diritto a poter esprimere il proprio parere.

Gatto ANTIFA

Daniele Silvestri – Caparezza – La guerra del sale

“Finisce bene quel che comincia male”

dott. Gennaro Rinaldi

La chiamano estate.

“Arriverà l’estate anche per te, è solo una questione di stagioni e di tempo. O di persone”.

Omero.

Scrivo spesso dell’estate, del suo sapore acre, delle sfide che a certi porta; scrivo spesso del fatto che sia -a torto- una stagione poco amata, per la maggiore odiata, gettata via.

Rincorsa da parole rancorose, da sbuffi di chi poco (o nulla), sa godere.

L’estate è spesso offesa.

E’ un mood -l’estate- più che una stagione.

E’ godere dell’incertezza, il coraggio di mostrarsi; il colore e la possibilità di non restare imprigionato in schemi rigidi e routinari che, se alla maggior parte delle persone danno un certo conforto, ad altre creano disagio.

Per alcuni l’estate è momento di “cose grosse”, non di vacanze o free time ad libitum.

Nelle mie cose grosse, una cosa è diventata enorme: il cuore.

Le motivazioni sono verità e, come dico sempre, la verità va protetta e tenuta al caldo.

Coccolata: accolta.

La verità può o meno essere piacevole ed è per questo che merita rispetto.

Quello tuo, personale, prima di tutto.

Sono fatta di sale, a contatto con l’acqua divento onda.

Dott.ssa Giusy Di Maio.

“Hey, You!”.

Bob: “Non voglio andarmene”

Charlotte: ” Non lo fare. Resta qui con me, metteremo su una banda jazz”.

Lost in Translation , 2003

Perché spesso l’azione potente è restare, non andare via…

Dott.ssa Giusy Di Maio

I nostri giorni..

“Non ci sono altri giorni che questi nostri giorni. Che mi sia dato di non sprecarli, di non sprecare nulla di ciò che sono e di ciò che potrei essere.”

Italo Calvino
Immagine personale

dott. Gennaro Rinaldi

Seguici anche su Twitter!!! https://twitter.com/Ilpensierononl1

Non essere compresi..

“La morte non è nel non poter comunicare, ma nel non poter più essere compresi.”

PIER PAOLO PASOLINI
Peanuts

P. : “Sa com’è quella sensazione di sentirsi svuotato dentro e angosciato quando provo a parlare, ad urlare e vedo che gli altri non riescono ad ascoltarmi e non riescono a comprendermi?!!?”

dott. Gennaro Rinaldi

La paura in faccia

“Nelle situazioni in cui ti fermi a guardare la paura in faccia acquisti forza, coraggio e fiducia. Devi fare le cose che credi di non poter fare”.

Eleanor Roosevelt
Photo by Mike Kolp on Pexels.com

Per comprendere le nostre paure bisogna affrontarle.

dott. Gennaro Rinaldi

Seguici anche su Twitter!!!! https://twitter.com/Ilpensierononl1

La Persuasione Politica. Come fanno i partiti politici a convincerci a votarli ?

“Il vero si identifica con l’opinione che è riuscita ad affermarsi attraverso la persuasione”

Gorgia

In questa tappa del nostro viaggio proveremo ad analizzare alcune caratteristiche della persuasione nella comunicazione politica.

Un viaggio molto interessante che tocca aspetti della nostra vita sociale, della Psicologia sociale, della psicologia di gruppo e di quella individuale.

Buon Ascolto..

Photo by Tara Winstead on Pexels.com
La Persuasione Politica. Come fanno i partiti politici a convincerci a votarli ? – In Viaggio con la Psicologia – Podcast Spotify

#elezioni, #elezionipolitiche, #gorgia, #ilpensierononlineare, #inviaggioconlapsicologia, #partitipoliticigruppi, #partitipoliticipersuasione, #persuasione, #persuasionepolitica, #podcastilpensierononlineare, #podcastpsicologia, #politica, #politicapsicologia, #psicologia, #psicologiadeigruppi, #psicologiaepersuasione, #psicologiaepolitica, #psicologiapodcast, #psicologiasociale, #tecnichedipersuasione

“Finisce bene quel che comincia male”

dott. Gennaro Rinaldi